INgegneria INcontra

INgegneria INcontra è un breve ciclo di incontri aperti al pubblico, giunto lo scorso anno alla sua quinta edizione, fermata sul nascere dalla pandemia tuttora in corso. Quest’anno abbiamo deciso di partire comunque: inizieremo in remoto e ci auguriamo di chiudere a dicembre in presenza in Aula 1.

L’obiettivo delle conferenze scientifiche che proponiamo è comunicare e divulgare la conoscenza scientifica intorno ad alcuni temi di attualità legati alla ricerca svolta in Facoltà.

Scopriremo le tecnologie quantistiche nell’ingegneria dei materiali e le diverse declinazioni della bio-ingegneria: dalla rivelazione ottica di marcatori tumorali all’elettronica organica passando per la nano-biomimetica. Ma parleremo anche delle leggi della gravità e dei propulsori elettrici del futuro e delle loro applicazioni.

Tanti temi affascinanti, ognuno cuore di una lezione appositamente resa divulgativa dai nostri relatori che sapranno soddisfare le curiosità dei più grandi e suscitare l’interesse dei più giovani ancora in cerca di un percorso da seguire.

 

Come seguirci

Ci si potrà registrare alla conferenza d’interesse in tre modi equivalenti: cliccando sul link nella locandina,

oppure sul link che trovate vicino al titolo della conferenza, o infine via facebook.

Registrandovi, riceverete le credenziali per l’accesso via ZOOM nel giorno e all’ora stabilita.

Potrete anche seguirci in modalità asincrona, attraverso la videopresentazione archiviata nella pagina dedicata alla conferenza d’interesse.

 

INgegneria INcontra 2021

La seconda rivoluzione quantistica: dal computer alle comunicazioni
Fabio Sciarrino, 25 marzo 2021 ore 19:00-20:00
Le tecnologie quantistiche promettono di migliorare la nostra società in diversi ambiti, quali la crittografia, l’ingegneria dei materiali e le nanotecnologie.
Stiamo assistendo ad una rivoluzione quantistica al momento ancora nelle sue fasi iniziali.
Fabio Sciarrino ci aiuterà a lasciarci alle spalle la banalità del mondo macroscopico in cui viviamo per immergerci nel mondo dei quanti e nelle potenzialità che esso offre.

   

Luce per la vita. Rivelazione ottica di marcatori tumorali
Francesco Michelotti, 15 aprile 2021 ore 19.00-20.00
La richiesta crescente di strumenti diagnostici non invasivi spinge la ricerca scientifica e tecnologica verso lo sviluppo di nuovi approcci per la rivelazione di biomarcatori di particolari patologie.
Francesco Michelotti ci racconterà della piattaforma di rivelazione precoce di un biomarcatore clinico, sviluppata presso la nostra Facoltà, in collaborazione con l’Istituto Nazionale Tumori – Regina Elena.

   

In caduta libera
Luciano Iess, 20 maggio 2021 ore 19.00-20.00
La gravità è la più nota delle forze della natura ed anche la più strana, nonché l’unica ad agire su qualsiasi oggetto dell’universo. Forti di quanto Newton e Einstein ci hanno insegnato, insieme a Luciano Iess, ripercorreremo le tappe che hanno portato alla conoscenza delle leggi della gravità, attraverso misure di angoli, distanze e velocità, rese possibili, con straordinaria precisione, dai sistemi radio delle sonde Cassini e BepiColombo.

   

Nanobiomimetica: imparare dalla natura a manovrare singole molecole
Alberto Giacomello, 14 ottobre 2021 ore 19.00-20.00

La nostra vita dipende dalla capacità di movimentare singole molecole dentro o fuori dalle cellule.
Negli esseri viventi, congegni molecolari sovrintendono a queste operazioni. Cosa può l’ingegneria imparare da queste straordinarie nanostrutture e dai recenti avanzamenti in biologia? Ma soprattutto, come può un approccio ingegneristico ai problemi biologici ispirare tecnologie radicalmente nuove?
Alberto Giacomello cercherà di dare una risposta a queste domande attraverso il racconto della sua esperienza di ricerca.

   

Elettronica organica: dalla sintesi alle applicazioni
Leonardo Mattiello, 11 novembre 2021 ore 19.00-20.00

Lo sviluppo di un'elettronica basata non più esclusivamente sul silicio ma anche sull’utilizzo di composti organici introduce delle nuove caratteristiche relative
ai dispositivi stessi, quali trasparenza, flessibilità, minore peso, minori costi di produzione. Le applicazioni sono numerosissime ed alcune di esse sono divenute di uso quotidiano, come i display OLED. Leonardo Mattiello ci introdurrà allo stato attuale della ricerca.

   

I propulsori elettrici del futuro
Federico Caricchi, 2 dicembre 2021 ore 19.00-20.00

La crescente diffusione dei veicoli a propulsione elettrica in ambito terrestre, aereo e navale ha condotto allo sviluppo di configurazioni innovative di motori elettrici con caratteristiche prestazionali ottimizzate per lo specifico settore applicativo.
Federico Caricchi ci racconterà come il motore elettrico di propulsione è passato dal
ruolo di componente puramente elettromeccanico a quello di sistema integrato,
riconfigurabile, adattabile e parzialmente operabile anche in condizioni di guasto.

   
INgegneria INcontra 2019

Alla scoperta di nuovi mondi nella nostra galassia (28 marzo 2019)

La Terra è un posto speciale per noi: è la nostra casa. Ma è davvero speciale come pianeta? Ogni stella che vediamo nel cielo notturno molto probabilmente ha uno o più pianeti che orbitano intorno ad essa. Ci sono probabilmente un migliaio di miliardi di pianeti nella nostra galassia. In circa vent'anni, quasi 4.000 "pianeti extrasolari" sono stati scoperti in sistemi solari distanti. Giovanna Tinetti ci illustrerà le sfide chiave dell’astrofisica.

   

L’Architettura del NO! L’Architettura per la città resiliente (11 aprile 2019)

Con l’avvento della modernità, l’uomo ha intrapreso processi insediativi dai caratteri sempre più insostenibili dal punto di vista ambientale.
Per questo motivo, l’opzione del non costruire ha fatto irruzione sui tavoli da disegno. L’Architettura del NO! è divenuta una scelta possibile e plausibile di cui ci parlerà Carlo Cecere.

   

Una stella in laboratorio? (16 maggio 2019)

Il sole è un’enorme sfera di idrogeno fortemente compresso e ad elevatissima temperatura: al suo centro la temperatura è di circa 15 milioni di gradi, la pressione di 250 miliardi di atmosfere. In queste condizioni, reazioni di fusione nucleare fra nuclei di idrogeno rilasciano una tale potenza, da illuminare e riscaldare la terra distante 150 milioni di kilometri. Si possono riprodurre in laboratorio queste condizioni estreme? Stefano Atzeni cercherà di dare una risposta a questi interrogativi.

   

Tribologia, scienza del quotidiano o tecnologia del futuro? (3 ottobre 2019)

Sin dalle origini della civiltà, la comprensione e la padronanza dei contatti tra solidi riveste un ruolo primordiale nell’evoluzione.
Lo sviluppo della società odierna è stato accompagnato, sin dalle sue origini, da una disciplina eclissata nella pratica di un knowhow implicito, ed esplicitata solamente nel XX secolo con il termine Tribologia. Francesco Massi ci illustrerà il ruolo di questa scienza nel presente e nel futuro.

   

Livia, Eudossia e le altre. Competenze femminili e costruzione della città (14 novembre 2019)

Ingegnere, architette, urbaniste sembrano non esistere nei nostri manuali di storia: omesso, dimenticato, scarsamente indagato, il contributo delle donne nelle discipline tecnico-scientifiche, nella costruzione della città sembra rimanere nell’ombra senza trovare ancora adeguato riconoscimento. Ma, se guardiamo indietro nel tempo, la stratificazione storica rivela importanti presenze femminili anche attorno alla Facoltà di Ingegneria. Claudia Mattogno ci accompagnerà con una narrazione che vuole restituire visibilità alla donne ingegnere.

   

Materiali e tecnologie tra passato e futuro (5 dicembre 2019)

L’area tematica dei materiali e delle tecnologie di fabbricazione, trasformazione e trattamento è un settore di assoluto rilievo nell'ingegneria, sia essa tradizionale o di frontiera. Le attività che conducono alla progettazione e realizzazione di un qualunque oggetto non possono essere scisse dalla disponibilità di almeno un materiale utile per la fabbricazione ed in grado di garantire proprietà e durabilità. Teodoro Valente ci illustrerà i progressi dell’ingegneria in tale campo.

   
INgegneria INcontra 2018

L'Universo primordiale: un laboratorio per la fisica e la cosmologia (22 marzo 2018)

Paolo De Bernardis ci spiegherà come sia possibile osservare com’era l’universo solo 380000 anni dopo il big bang, quando era costituito da un plasma incandescente, 1 miliardo di volte più denso di oggi, ad una temperatura 1000 volte maggiore di quella odierna, e ottenere fondamentali informazioni sulla fisica dell’universo primordiale e sulla sua evoluzione.

   

Archeologia e Geomatica  (19 aprile 2018)

Mattia Crespi e Lorenzo Nigro ci dimostreranno quanto i progressi della Geomatica possano contribuire alle ricerche archeologiche e come queste possano rappresentare un importante stimolo per il progresso tecnologico a partire dall’esperienza sviluppata a Mozia - isola siciliana che fu colonia fenicia nel II e I millennio a.C.

   

Sicurezza sismica e sostenibilità: strategie e soluzioni per riqualificare il patrimonio edilizio (17 maggio 2018)

Stefano Pampanin ci illustrerà come il progresso scientifico-tecnologico ottenuto negli ultimi decenni nel campo della protezione sismica delle costruzioni sia stato  fenomenale, con lo sviluppo di tecnologie innovative per la realizzazione di edifici altamente sismo- resistenti e a basso costo, in cui si integrano sicurezza e sostenibilità.

   

INVICTUS: exploiting cavitation for drug delivery (4 ottobre 2018)

Carlo Massimo Casciola ci parlerà dei recenti progressi nel campo delle micro e nanotecnologie che hanno aperto una via alternativa nel trattamento farmacologico dei disordini del sistema nervoso centrale, ancora  tutta da esplorare, consistente nell’uso di microdispositivi biomimetici — ispirati al mondo biologico — su cui realizzare esperimenti quantitativi.

   

Dal razzomodellismo ai lanciatori spaziali: una metodologia didattica basata sul problem based learning (15 novembre 2018)

Daniele Bianchi ci illustrerà come sia possibile, attraverso la realizzazione di modelli in piccola scala, apprendere le leggi fisiche che regolano il funzionamento della propulsione a razzo, come gli studenti siano guidati nel progetto e nel lancio di razzo-modelli in una competizione volta a comprendere ed appassionare, e  cosa si può imparare da queste piccole macchine volanti.

   

Osservare vulcani e terremoti per comprendere cosa avviene all’interno della Terra (13 dicembre 2018)

Maria Marsella presenterà  i risultati di studi condotti sui due vulcani più attivi in Italia (Stromboli e Etna) e sull’area appenninica interessata dal sisma 2016-17 e spiegherà come l’Italia, con i suoi vulcani attivi e frequenti terremoti, sia una palestra per lo studio dei processi che, pur avvenendo in profondità, riescono a modificare la crosta terrestre.

   
INgegneria INcontra 2017

La rivelazione delle onde gravitazionali: principio  fisico e soluzioni sperimentali  (30 marzo 2017)

Fulvio Ricci ci racconterà come si è riusciti a captare un segnale di natura totalmente diversa da quella elettromagnetica e a descrivere l’invisibile fenomeno del collasso di ben due buchi neri prospettando scenari di un universo violento e sconosciuto.

   

Le periferie di Roma  (27 aprile 2017)

Carlo Cellamare ci guiderà attraverso una città non più focalizzata su un centro storico circondato da quartieri periferici consolidati, ma sempre più una città-territorio, che si estende in un’area vasta e articolata.

   

Rivoluzione meccatronica: dai veicoli autonomi agli sciami di robot (passando per Kant e Rousseau)  (25 maggio 2017)

Antonio Carcaterra ci parlerà delle frontiere della sensoristica, di data fusion, di decision making e del controllo e del coordinamento del movimento di sistemi complessi accompagnandoci in una passeggiata attraverso le nuove tecnologie meccatroniche.

   

Darwin, energia ed economia circolare  (5 ottobre 2017)

Claudio Alimonti ci presenterà le opzioni offerte dalla cosiddetta economia circolare, basata sul perseguimento di uno sviluppo sostenibile e sulle risorse rinnovabili.

   

Rifiuti e bioraffinerie (9 novembre 2017)

Alessandra Polettini ci esporrà le principali caratteristiche delle bioraffinerie, sistemi produttivi finalizzati alla conversione sostenibile di biomasse in una varietà di prodotti commercializzabili ed in energia.

   

Metropolitane, scavi e protezione degli edifici (14 dicembre 2017)

Luigi Callisto presenterà le soluzioni che abbiamo a disposizione per contenere eventuali effetti indesiderati nella realizzazione di strutture sotterranee in ambiente urbano legate alla salvaguardia degli edifici e dei monumenti situati in prossimità delle opere.

   
INgegneria INcontra 2016

Il Tevere, Roma e i suoi ponti   (31 marzo 2016)

Fabio Brancaleoni ci proporrà una lettura della nostra città vista attraverso i ponti. La formazione della valle del Tevere, lo sviluppo urbano e la realizzazione dei primi attraversamenti

   

La Formula SAE, un connubio di ingegneria, didattica e motorsport, nell’esperienza di Sapienza corse  (28 aprile 2016)

Giovanni Broggiato, promotore e coordinatore della squadra Sapienza Corse, presenterà il movimento della Formula SAE e l’ esperienza formativa che il motorsport offre agli studenti di ingegneria.

   

Nanocompositi strutturali: nuovi materiali per l'esplorazione umana dello spazio (19 maggio 2016)

Susanna Laurenzi illustrerà come possono essere utilizzati i nanocompositi strutturali, materiali con caratteristiche multifunzionali impiegabili in strutture leggere ad elevate prestazioni,  per favorire l’esplorazione umana dello spazio.

   

L’onda (gravitazionale) della geometria  (15 giugno 2016)

Niccolò Argentieri descriverà in che modo una mirabile sintesi di geometria e scienza naturale abbia permesso a Einstein di formulare l’ipotesi attualmente più convincente sulla natura della gravitazione.

   

L’eredità di Poincaré: dall’evoluzione del sistema solare ai flussi viscosi caotici  (13 ottobre 2016)

Stefano Cerbelli ripercorrerà le tappe fondamentali della scoperta di Poincaré che mostrò l'esistenza di soluzioni di moto dalle caratteristiche talmente complesse - caotiche- da sfidare l'intuizione ed il senso comune.

   

Previsione meteomarina per l'ingegneria costiera: dallo sbarco in Normandia al Mose (3 novembre 2016)

Paolo De Girolamo offrirà una panoramica dello sviluppo della previsione dei parametri meteo-marini, dalle sue origini ai giorni nostri e ad una delle più importanti opere di ingegneria idraulica italiana realizzata in epoca recente, il Mose.

   

Origine e sviluppo del concetto di sostenibilità (15 dicembre 2016)

Chiara Boccaletti discuterà la definizione di “sostenibilità” e la sua modifica nel tempo secondo un percorso scandito da molti eventi importanti sotto il profilo sociale, politico, economico e, naturalmente, scientifico-tecnologico.

 

 

 

Aggiornato al 20/10/2021 - 11:05

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma